DALLA RELAZIONE PROGRAMMATICA DELLA PRESIDENTE MARIELLA CALIGIORE SGARLATA


[…] Il motto che ho scelto per quest’anno che, come molti di voi già sanno, per essere stati alla Convention di Leonessa il 16 e il 17 giugno scorso, è “Servire in Verità ed Allegria”.

SERVIRE è nel nostro DNA. Occorre “servire” senza protagonismo, perché servire ci fa bene e bisogna farlo bene, facendo emergere la parte migliore di noi stessi, senza rifiutare il cambiamento trincerandosi dietro la solita frase “ma abbiamo sempre fatto così!”

Io sono per i cambiamenti, per l’innovazione ma certamente la memoria storica, le radici di un Club sono fondamentali e nel nostro Club è fondamentale conservarli e coltivarli.

Quindi servire rafforzando la consapevolezza rotariana, sicura che una maggiore conoscenza ci renderà più incisivi, più concreti e ci condurrà tutti insieme a realizzare quei principi del Rotary che vanno costantemente rispolverati, abbracciando il nuovo perché dobbiamo essere sempre più attrattivi.  

SERVIRE IN VERITA’

La “verità” prima di tutto dentro di noi e tra di noi, perché la verità è potente , è “come il fertilizzante: ha un cattivo odore, ti sporca le mani, però ti fa crescere”.  Quindi verificare la propria vocazione rotariana, approfondendo la conoscenza del Rotary innanzi tutto.

Dobbiamo avere il “coraggio” di dire apertamente le nostre valutazioni rispettando sempre i soci che amano “l’essere rotariano” e che lavorano impiegando le proprie energie per il bene del Club, anche se in alcuni casi le nostre opinioni divergono. Possiamo essere portatori di approcci diversi e di punti di vista perfino divergenti, ma i nostri rapporti nel Club debbono sempre snodarsi in una atmosfera di stima ed amicizia, quell’amicizia “rotariana” che è lo strumento fondamentale per raggiungere ogni meta.

Non dobbiamo dimenticare che ogni socio, come vi ho già detto,  è un gioiello, con una propria luce,  da conservare nella splendida cassaforte del Rotary Club Roma Olgiata.

Amicizia rotariana in “ALLEGRIA” (il terzo concetto motto di questo anno). Allegria nella scelta del sentirci bene e dello stare bene insieme in maniera divertente, in incontri e serate piacevoli e partecipate, divertirci, “giocare” nella consapevolezza della serietà di quello che facciamo.

 “Nel profondo del cuore di ogni uomo c’è sempre un ragazzo che guarda la vita come una cosa meravigliosa con occhi limpidi, senza pregiudizi o intolleranze, con entusiasmo e pronto all’amicizia. Il Rotary incoraggia ed aiuta a crescere tenendo vivo il ragazzo che c’è in noi”. (Paul Harris)